Innis & Gunn

 

Nel 2003 a Dougal Gunn Sharp fu chiesto di realizzare una birra che sarebbe stata usata per la stagionatura delle botti di bourbon, birra che poi sarebbe stata scartata mentre le botti sarebbero state utilizzate da un distillatore di Whisky per la finitura del loro single malt.

Un concetto interessante di per sé visto che la birra all’epoca non era esattamente una bevanda alla moda e la definizione di “craft beer” era pressoché sconosciuta.

Il Whisky prodotto risultò una vera delizia ma fu la birra a catturare davvero l’attenzione di Dougal. Ricca, morbida e complessa, era carica di sapori profondi come mai ne aveva assaggiate prima. Tanto che Dougal si convinse che la birra potesse essere persino migliore e fece in modo di portare una birra carica di sapore al maggior numero di persone possibile.

 

 

In Innis & Gunn crediamo nell’evoluzione. Solo perché per 2000 anni la birra è stata messa in botte, non significa che non si possa realizzare qualcosa di incredibile mettendo la botte nella birra… oppure replicando la l’invecchiamento in botte in un modo diverso e innovativo.

Per questo Innis & Gunn è sempre aperta a nuovi modi di fare le cose, continuando ad esplorare le infinite possibilità di sapore che sposano barile e birra da oltre quindici anni.

 

 

LA GAMMA

 

Slider
Tutte le news